Sonda Rosetta: foto della cometa vista da vicino

cometa14feb

Ha osservato la sua cometa come mai aveva fatto prima d'ora. La Sonda Rosetta dell'Esa, durante il suo incontro ravvicinato, lo scorso 14 febbraio, si è ritrovata a soli 6 km da 67P/Churyumov-Gerasimenko. A parlare sono le immagini.

Il 14 febbraio scorso, Rosetta si è lanciata in picchiata verso la superficie della cometa, frenando a una manciata di km. L'avvicinamento è avvenuto alle 14:41 ora italiana, su una regione conosciuta come Imhotep, il più grande dei due lobi della cometa.

È stato allora che la sonda europea ha avuto la possibilità di guardare da vicino il corpo celeste, fotografandolo. L'immagine rivela terreni tutt'altro che uniformi, con distese coperte di polvere alternate a fratture. In alcuni luoghi, come ad esempio in basso a destra dell'immagine che segue si può notare il profilo di oggetti quasi circolari caratterizzati da una superficie liscia.

Altrove sono visibili massi di dimensioni che vanno da pochi metri ad alcune decine di metri. Il più grande di essi, in alto a destra, si chiama Cheope.

Oltre a fornire la possibilità di ottenere da vicino immagini della superficie ad alta risoluzione, l'ultimo rendez vous di Rosetta con la cometa ha permesso anche agli strumenti della navicella di “assaggiare” le parti più interne della atmosfera.

Cometaimg

La sonda ha ora iniziato una nuova fase di osservazioni, per cui si continuerà a volare oltre ad una gamma di distanze, di solito tra i circa 15 km e 100 km, come mostrato dal video: