Google Lunar Xprize: ecco il robot che andra' sulla Luna

glxp

È Team Indus la startup spaziale di Bangalore che ha fatto storia diventando il primo e unico team indiano a vincere il premio messo in palio da parte del Google Lunar Xprize. Si tratta, infatti, dell'unica squadra partecipante proveniente dall'India ed ha gareggiato per diventare anche una delle prime imprese private ad atterrare sulla Luna.

Google Lunar Xprize è una sfida all'innovazione che vede partecipare 26 squadre provenienti da tutto il mondo. Una competizione che vorrebbe far giungere un robot sulla superficie della Luna, muovendosi agevolmente e scattando immagini ad alta definizione da poter essere inviate sulla Terra.

Nel complesso, il bilancio totale stanziato per questa esplorazione dello spazio è stato di 30 milioni di dollari, suddiviso in tre fasi: atterraggio, movimento e imaging. Il Team Indus, dunque, ha vinto il premio di un milione di dollari per aver completato con successo il traguardo "Landing", ovvero la prima fase, insieme ad altre quattro squadre impegnate nella stessa categoria.

Robert K. Weiss, vice presidente di XPrize, ha dichiarato, mentre annunciava i vincitori del premio: "Congratulazioni a questi cinque gruppi per aver vinto il Milestone Prizes. L'obiettivo del concorso senza precedenti è di sfidare e ispirare gli ingegneri e gli imprenditori di tutto il mondo a sviluppare metodi a basso costo per l'esplorazione spaziale robotica. E questi risultati rappresentano un momento fondamentale nell'importante viaggio di ritorno sulla Luna".

Una delle regole più importanti di questa competizione è che ogni squadra partecipante usufruisca di almeno il 10 per cento dei finanziamenti del governo. Ma, a differenza dell'India, le squadre provenienti dagli altri paesi erano fortemente sostenute e finanziate dalle società di investimento private. Basti citare due delle squadre, Luna Express e Astrobotic, che fanno parte della prestigiosa Carnegie Mellon University Robotics Institute. Tuttavia, nonostante la mancanza di un vero sistema di supporto finanziario, il team indiano si è attestata nella top 5 tra le 26 squadre in gara.

Un risultato davvero ragguardevole per l'India. Il Team Indus è guidato da Rahul Narayan, un professionista IT di Delhi. Nel mese di dicembre dello scorso anno, il paese asiatico aveva deciso di espandere i propri progetti nel settore. Infatti, l'esplorazione dello spazio aiuterà a potenziare i progetti anche di altri settori, come la sanità e l'igiene pubblica, l'alimentazione e la nutrizione, la gestione dei rifiuti e la produzione di energia.

Federica Vitale

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

Leggi anche:

- Moon Express, il primo lander privato ad essere lanciato sulla Luna nel 2015

- Tutte le missioni spaziali del 2015

Pin It

Cerca