Acquisti su Facebook col tasto 'Compra'. Ma solo negli Usa

Facebook compra1

Facebook introduce il tasto 'Compra' sugli annunci pubblicitari. L'opzione, ancora in fase di testing e per ora disponibile solo negli Usa, potenzierà l'aspetto marketing del social network. E, forse per prevenire piogge di critiche e commenti negativi, sono state rese pubbliche subito le misure di sicurezza nel campo della privacy.

La mossa sembra inseguire la strategia di Twitter, che recentemente ha annunciato un accordo con Amazon con il quale è possibile fare acquisti direttamente sulla piattaforma di microblogging semplicemente rispondendo ai tweet che contengono i link agli oggetti con l’hashtag #AmazonCart, che automaticamente trasferisce l’acquisto nel carrello.

"Con questa funzione, gli utenti connessi al pc o a un dispositivo mobile possono fare clic sul pulsante 'Acquista' sugli annunci e comprare un prodotto direttamente da un'impresa, senza lasciare Facebooksi legge ora sul blog – […] Abbiamo costruito questa opzione con la privacy in mente, e abbiamo preso misure per contribuire a rendere l'esperienza di pagamento sicura e protetta".

Facebook compra3

Ma le perplessità non mancano comunque. Al di là degli interventi per proteggere i dati relativi alle carte di credito, infatti, il dubbio che il social network si impossessi delle nostre informazioni personali per mandare "annunci giusti" è sempre più vivo. Dai post agli annunci pubblicitari, fino al tasto "Compra", l'escalation sembra logica e irreprensibile.

"Nessuna informazione sulle carte di credito che gli utenti condividono con Facebook quando completano una transazione sarà condivisa con altri inserzionisti, e gli utenti potranno scegliere se salvare o meno le informazioni del pagamento per acquisti futuri" viene specificato. Nessun riferimento dunque, ad una privacy più "nascosta" ma non meno importante.

D'altronde ormai l'e-commerce appare il marketing del futuro. Oltre all'accordo di Twitter con Amazon, anche Google si è lanciato infatti nell'impresa, con lo Shopping Express. E per ora Facebook non applicherà alcuna commissione alle eventuali transazioni andate a buon fine, ma se il test sarà positivo, non si esclude che possa chiederle in futuro.

Roberta De Carolis

Foto: Facebook

Seguici su Facebook, Twitter e Google +

LEGGI anche:

- Amazon e Twitter alleati: gli acquisti si faranno con l’hashtag

- E-commerce: le 10 cose che gli italiani acquistano online

- Google Shopping: sbarca anche in Italia il nuovo servizio di e-commerce

Pin It

Cerca