Twitter e Facebook: gli acquisti si fanno sul web

Twitter acquisti

Non solo post, ma anche acquisti online: Twitter, il celeberrimo social network, ora potrà essere usato anche per l’e-commerce. Una nuova frontiera del web 2.0, nata da un accordo tra il sito di miniblogging e American Express, e che funziona solo con carte di credito compatibili (non prepagate, né aziendali) e un account Twitter pubblico.

Non è proprio la prima volta che un social network si interessa al commercio online, basti pensare al servizio Gifts di Facebook, ma Twitter si sta preparando allo sbarco in borsa e ha deciso di farlo proprio in concomitanza con questo accordo, visto, evidentemente, come valido trampolino di lancio per le quotazioni.

Dal punto di vista pratico, il cliente AmEx interessato all’acquisto dovrà connettersi sul sito del servizio, registrare la sua carta, inviare il tweet e attendere una parola chiave che dovrà essere pubblicata entro 15 minuti per completare l'operazione; a questo punto potrà completare l’acquisto in 140 caratteri, digitando la parola preceduta dal classico # (hashtag), nello stile di Twitter.

"Sulla base del precedente successo di Amex Sync per le offerte, sappiamo che c'è un potenziale vantaggio nel combinare i nostri beni con la piattaforma Twitter, che porterà valore ai titolari della carta e ai commercianti - ha dichiarato Leslie Berland, Senior Vice President di Digital Partnerships and Development di American Express - Ora stiamo sfruttando la nostra tecnologia e adattando la rete per introdurre una soluzione che ridefinisce il concetto di ciò che è possibile nel mondo del social commerce".

Per garantire la sicurezza delle operazioni le parole chiave, che corrispondono agli acquisti possibili, verranno introdotte gradualmente: le prime saranno la carta regalo American Express e il Kindle Fire di Amazon, poi arriveranno la Xbox di Microsoft e una macchina fotografica Sony.

Roberta De Carolis

Leggi anche:

- Il dietologo 2.0: Twitter

- iPhone 5: un sito di e-commerce cinese prende già i preordini