Robi: in arrivo dal Giappone il robot "da compagnia"

robi-mini-robot

Ecco una nuova aggiunta alla nostra famiglia! Dopo la lunga serie di robot che, oggi, riescono a ricoprire i più svariati ruoli in passato solo appannaggio dell'uomo, ora giunge direttamente dal mercato giapponese Robi, il robot “umano” che si costruisce in casa.

Robi, ovvero l'amico robot, cammina, parla e sembra in tutto e per tutto proprio una “mini-persona”. Il piccolo robot è molto carino d'aspetto e gratificante, in qualche modo, poiché sarà possibile costruirlo e completarlo da soli. Progettato da Tomotaka Takahashi, ingegnere presso l'Università di Kyoto, Robi possiede circa 20 articolazioni motorizzate. In posizione eretta, il robottino fai-da-te misura 34 centimetri di altezza e non è necessaria alcuna programmazione per assemblarlo, nel senso che è il compagno ideale per le persone non esperte di tecnologia, ma che tuttavia amano i robot.

Robi è ideato per controllare il modo in cui riesce ad rialzarsi ed è corredato di un vocabolario di circa 200 frasi, sebbene per il momento solo nella versione giapponese. Ad ogni modo, Robi risponde agli esseri umani utilizzando i sensori nei suoi occhi, che cambiano colore a secondo delle emozioni. Sarà inoltre in grado di cantare e ballare, semplicemente sottoponendolo a qualsiasi tipo di musica.

E per i più pigri, Robi può anche fare in modo di cambiare i canali della TV per voi, grazie al telecomando e tramite il suo modulo interno. Con il suo chilo di peso, insomma, Robi è destinato a diventare “il migliore amico” per quanti hanno bisogno di un piccolo aiuto in casa o vivono da soli.

Per il momento, però, la sua commercializzazione è riservata solo al Giappone. Ma non si esclude che, in futuro, possa venire lanciato anche su altri mercati internazionali, come l'Italia. ma sul sito è già possibile avere un assaggio di tutte le sue doti.