gioveseb

Giove ha perso una delle sue cinture, in particolare la SEB, ossia la fascia equatoriale meridionale. Non si tratta di un evento del tutto imprevisto. L'instabilità della SEB già nota asgli astronimi, che tuttavia non sanno spiegarsi il perché di questa improvvisa sparizione.

possibile_esopianeta

Una nuova ricerca ha confermato la presenza di alcuni esopianeti orbitanti al contrario. I risultati di tale studio sono stati esposti da Andrew Collier Cameron dell'Università di St. Andrews, in Scozia, durante una presentazione tenutasi il 13 aprile scorso alla Royal Astronomical Society's National Astronomy Meeting.

macchina_tempo

Viaggiare nel tempo ha appassionato da sempre grandi e piccoli. Dal mondo della finzione cinematografica a quello delle scienze e della cosmologia, chiunque si è interrogato sulla possibilità dell'esistenza di una "quarta dimensione", in grado di farci spostare non solo su un piano spaziale, ma anche su quello temporale.

themis_24

Per la prima volta gli astronomi sono riusciti a identificare delle componenti organiche presenti su di un asteroide. Questa scoperta ha un'importanza cruciale, perché sostituisce la teoria secondo la quale le comete e gli asteroidi che, circa quattro miliardi di anni fa si scontrarono con la Terra, "contaminarono" il pianeta con molecole di acqua e di carbonio, entrambi fondamentali per qualsiasi forma di vita.

gj_436b_550

La scienza si ritrova a risolvere un nuovo “rebus”: GJ 436b, l'esopianeta grande come Nettuno, scoperto sei anni fa dal team di Paul Butler e Geoffrey Marcy, sarebbe privo di metano, ma con una temperatura di 712 Kelvin. quanto si legge in uno studio condotto da Kevin Stevenson, dottorando presso la University of Central Florida, pubblicato in questi giorni sulla rivista anglosassone Nature.

neutrini_piombo

Un viaggio di 2000 anni, dal mare di Sardegna, al cuore del Gran Sasso, nell'antro-laboratorio dell' Istituto nazionale di fisica nucleare (INFN). Da un nave romana del 50 avanti cristo, all'esperimento 'Cuore' del professor Ettore Fiorini. Quasi un salto nel tempo quello dei 120 lingotti di piombo consegnati all' INFN in questi giorni. L'obiettivo è lo studio dei neutrini, le cui scoperte potrebbero avere implicazioni nella conoscenza della elusiva particella e dell’evoluzione dell’universo.

eruzione_solare_550

La conoscenza dell'universo sembra compiere nuovi passi avanti. Negli ultimi giorni, infatti sono state rese note dalla Nasa alcune sorprendenti immagini che vedono come soggetto il Sole.

Pagina 227 di 231

Cerca