Guasto alla sonda Kepler: addio caccia agli esopianeti?

kepler guasto

La sonda Kepler della Nasa, dal 2009 all'opera alla ricerca di esopianeti potenzialmente abitabili, potrebbe essere a rischio. Un nuovo guasto, scoperto dalla Nasa martedì, potrebbe addirittura compromettere la missione del potente strumento.

Autore negli ultimi anni della scoperta di numerosi pianeti al di fuori del nostro sistema solare, Kepler potrebbe avere i giorni contati. Sebbene non si conoscano ancora le cause che hanno dato origine al problema, gli scienziati della Nasa temono che sulla missione possa calare il sipario. La navicella spaziale è stata orientata con i pannelli solari verso il sole, ma il collegamento di comunicazione va e viene.

Il guasto. Il problema riscontrato dalla Nasa non è nuovo e riguarda la rottura di una delle 4 ruote di reazione utilizzate per il controllo dell’assetto della sonda. L'Agenzia spaziale americana ha già tentato più volte di riprendere il controllo della ruota, comandando anche le manovre di arresto. Ma solo due delle quattro ruote hanno risposto all'input. Una era già fuori uso dallo scorso anno. La ruota di reazione 4 invece ha continuato a girare fuori controllo: “Questa è una chiara indicazione che si è verificato un guasto interno nella ruota di reazione, probabilmente un cedimento strutturale del cuscinetto della ruotaspiega la Nasa.

Che fare? Al momento la priorità è quella di completare i preparativi per entrare nel cosiddetto Point State Rest, la modalità riposo, per ridurre al minimo l'utilizzo dei carburanti e al tempo stesso comunicare con Kepler in banda X. Il software per eseguire l'operazione era stato caricato sul veicolo spaziale la scorsa settimana, e il team della Nasa ha completato l'upload dei parametri che il software userà.

La navicella spaziale comunque rimarrà stabile e sicura, fino a quando il carburante continuerà a bruciare: “Nella sua modalità attuale, il carburante durerà per diversi mesi. Il Point State Rest potrebbe estendere tale periodo a anni” rassicura la Nasa.

E la ricerca degli esopianeti? Nota dolente. Con il guasto alla seconda delle quattro ruote secondo la Nasa è improbabile che il veicolo spaziale possa ritornare alla elevata precisione di puntamento che fino ad ora gli ha permesso di trovare nuovi pianeti alieni. Tuttavia, non è ancora stato stabilito che la sua caccia dovrà terminare adesso.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

- Keplero: scoperti altri 461 esopianeti potenzialmente adatti alla vita

- Missione Keplero: tutti i pianeti 'abitabili' scoperti dalla sonda

Pin It

Cerca