Cielo di settembre: lo spettacolare quartetto di pianeti bagnato dalle meteore

cielo settembre 2017

Con gli occhi ancora pieni delle spettacolari meteore di agosto, arriva il cielo di settembre, che segnerà la fine dell’estate e l’ingresso del romantico autunno, primo tra tutti il passaggio dell’asteroide Florence, che la notte tra il 31 agosto e l’1 settembre ha sorpassato la Terra rendendosi visibile anche con un piccolo telescopio.

Come ormai accade da decenni, il passaggio all’autunno non avverrà nel tradizionale 21 settembre: l’equinozio si è infatti spostato e quest’anno è previsto per il 22 settembre alle 22.02 ora italiana, quando il giorno e la notte avranno pressochè la stessa durata, per poi lasciare spazio a notti sempre più lunghe fino al solstizio d’inverno.

Ecco tutti gli eventi che coloreranno il cielo del mese che arriva e che ci lascia alle spalle un’estate che ormai volge al termine.

Pianeti

Trionfano i pianeti lontani: Urano e Nettuno, infatti, saranno osservabili praticamente tutta la notte, ma ovviamente con un buon telescopio. E anche Plutone non si nasconderà molto, ma sarà più semplice individuarlo all’inizio della notte.

Passando ai pianeti più vicini a noi, si segnala la ricomparsa di Mercurio, che possiamo tentare di osservare al mattino presto, in particolare nel corso della seconda decade del mese, soprattutto il 12 settembre. Teniamo conto che a fine ottobre tornerà ad essere inosservabile. Nelle stesse ore possiamo vedere anche Marte, ma sarà più semplice a fine mese.

Il mese poi è ancora buono per osservare Venere, sempre al mattino presto, ma l’orario del suo sorgere si avvicina sempre di più a quello del Sole, che lo rende, ovviamente, non visibile. Saturno si può invece vedere a Sud-Ovest nelle prime ore della sera, ma il suo tempo di osservazione si riduce nel corso del mese. Quasi inosservabile, invece, Giove.

Congiunzioni

Brilla su tutte le congiunzioni il quartetto Luna - Venere - Marte – Mercurio il mattino del 18 settembre, che inizia prima con il duetto Marte-Mercurio nella costellazione del Leone, raggiunto poi da Venere e dal nostro satellite (nella mappa il cielo del 18 settembre alle 6.30 circa).

luna ven mar merc 18sett17 h6.30

L’11 del mese, comunque, non sarà da trascurare la congiunzione Luna-Pleiadi, ma soprattutto lo spettacolare allineamento Marte-Mercurio il giorno 16, alle prime luci dell’alba (nella mappa il cielo del 16 settembre alle 6.00 circa).

mar merc 16sett17 h6.00

La Luna, infine, incontrerà Giove la sera del 22 settembre, anche se il pianeta gigante sarà molto difficile da osservare, mentre entrerà in congiunzione con Saturno il 26, nella costellazione dell’Ofiuco.

Meteore e comete

È il mese delle Perseidi di settembre, sia le epsilon Perseidi, nella notte tra il 5 il 6, che le Perseidi di settembre propriamente dette, tra l’8 e il 9. Quest’anno l’unico problema è il disturbo della Luna, che sarà piena proprio il giorno 6.

Ci potremmo però rifare nella prima parte della notte tra l’11 e il 12, quando avremo una buona opportunità di controllare le irregolari alfa Triangulidi, provenienti da un radiante che pare si riattivi solo con una certa periodicità. E non è da escludere che qualche meteora circondi la congiunzione Luna-Pleiadi prevista per la stessa notte.

Per quanto riguarda le comete, si segnala come l’attività della C/2017 O1 ASASSN1, scoperta a luglio, ora è in decisa crescita e fine mese si potrà osservare anche solo con un binocolo, prima nella costellazione del Toro, quindi in quella del Perseo.

Buona visione!

Roberta De Carolis

Seguici su Facebook, Twitter e Google +

LEGGI anche:

- Asteroide in arrivo il 5 marzo. Sarà il doppio rispetto a quello che colpì la Russia nel 2014

- A settembre in arrivo nuovo asteroide. Ma la Nasa rassicura: nessuna fine del mondo

Pin It

Cerca