Le 5 missioni spaziali piu' folli del futuro

missioni folli

Viaggi nello spazio e missioni al limite del possibile, verso la sottile linea di demarcazione che divide la scienza dalla fantascienza. E se lo sbarco del lander Philae sulla cometa 67P ha rappresentato un inizio per la nuova era dell'esplorazione spaziale, si immagina quali potrebbero essere le missioni più strane, avventurose e realizzabili.

In attesa, dunque, che l'uomo su Marte sia il prossimo capitolo che vede protagoniste diverse agenzie spaziali, private e governative, il sito BBC Future ipotizza le cinque missioni più “folli” che potremmo intraprendere in futuro. Tra asteroidi, ghiacci e stelle lontane, ecco gli ipotetici scenari che l'uomo potrebbe solcare.

Orbitare le nuvole di Venere

Le sonde hanno già regalato a noi sulla Terra alcuni scorci del pianeta Venere. Ma se l'uomo vi giungesse per studiarlo in modo più approfondito? Spesso definito come il “pianeta gemello” del nostro, Venere, pur avendo dimensione simile, ospita un ambiente tossico a causa delle piogge acide. Tuttavia, la Nasa starebbe studiando la possibilità di inviare astronauti in prossimità della sua orbita e, grazie a rover telecomandati, esplorarne la superficie. Mediante l'uso di palloncini inviati nella sua atmosfera, dovrebbe essere possibile avventurarsi all'interno senza utilizzare carburante.

Veleggiare per i mari di Titano

Si pensa che i mari di Titano contengano idrocarburi. E questo potrebbe essere indice di una possibile presenza di tracce di vita. Anche Titano possiede un sistema meteo molto simile a quello della Terra. Al momento, gli scienziati propongono di esplorarlo in futuro grazie a due missioni. La prima è della Nasa e l'altra del Congresso europeo di scienza planetaria. Ma non mancano gli ostacoli, rappresentati dalle nubi spesse che disturbano la penetrazione dei raggi solari e, dunque, impediscono l'uso dell'energia del Sole. Ecco perché navigare per i suoi mari richiederebbe un sistema di navigazione a propulsione.

Sotto i ghiacci di Europa

Europa è una delle lune di Giove e, probabilmente, una delle mete più avvicinabili dall'uomo, anche se molto distante da noi. Qui, acqua calda scorre sotto gli spessi strati di ghiaccio, riscaldata dall'attività tettonica. Per realizzare una missione simile, occorre un cryobot, ovvero un mezzo robotico in grado di fondere il ghiaccio. Una possibilità di realizzazione potrebbe essere costituita da Operazione Valchiria, una missione della Nasa che mira a riscaldare l'acqua con una fonte di energia nucleare. Si tratta di un prototipo già testato quest'anno in Alaska e che ha dato i suoi frutti, garantendo una viabilità tra i ghiacci per alcuni chilometri.

Atterraggio su un asteroide

Sulla cometa ci siamo giunti. Prossimo obiettivo, un asteroide. Ci stanno già pensando diverse agenzie, tra le quali la Nasa. Uno degli obiettivi, principalmente a tutela della Terra, è quello di individuare, catturare e spostare un asteroide in orbita. E, inoltre, vagliare anche la possibilità di atterrarvi per prelevarne campioni. Questi, infatti, potrebbero essere fondamentali per fare luce sulle origini del sistema solare. Finora, sarebbero sei gli asteroidi in esame e ritenuti possibili obiettivi. E se ancora non è del tutto chiaro come “catturare” l'asteroide, la Nasa prevede che gli astronauti potrebbero giungervi nei prossimi 15 anni.

atterraggio asteroidi

Viaggio interstellare

E se la missione dovesse essere interstellare? Una vera e propria impresa che dovrebbe unire le forze di molti. È quello a cui stanno pensando la Nasa e la Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA). Questa joint venture mira a creare un mezzo che possa permettere all'uomo di viaggiare verso un'altra stella entro i prossimi cento anni. Che possa essere Alpha Centauri? Per il momento si stanno prendendo in considerazione i mezzi con i quali potervi giungere. Probabilmente qualcosa che funzioni a propulsione e che garantisca la sopravvivenza dell'uomo. Lo ipotizzava già Jules Verne 150 anni fa. Lo ipotizza oggi Christopher Nolan nel film Interstellar.

Federica Vitale

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

Leggi anche:

- I prossimi passi della Nasa verso l'esplorazione spaziale

- Tutte le missioni future alla conquista dello spazio

Pin It

Cerca