L'eclissi di Luna in 8 immagini

luna eclissi immagini

Domanì 25 aprile è prevista un’eclissi parziale di Luna, con il picco massimo di oscuramento che si verificherà verso le ore 21:07, ora italiana. L'eclissi sarà visibile anche dall’Italia, ovviamente se le condizioni meteorologiche lo permetteranno e il cielo sarà limpido o, al limite, poco nuvoloso. Si potrà così osservare il bordo lunare vicino all’ombra del nostro pianeta, provocata dal Sole, diventare sempre più oscuro fino a scomparire.

L'intera fase d’ombra visibile ad occhio nudo durerà circa 27 minuti ma, effettivamente, il primo contatto di penombra si avrà già alle 20:04, ovvero poco dopo il sorgere della Luna. Il medesimo fenomeno astronomico potrà esser ammirato da tutta l’Europa, l’Africa, l’Asia e l’Australia. E in attesa dell'eclissi di domani, ecco una panoramica di 8 immagini relative ad altrettante eclissi lunari e non che, sempre e ad ogni latitudine, regalano suggestioni mozzafiato.

Quando regna la Luna rossa

La storia racconta di una luna rosso sangue verificatasi la notte prima della battaglia di Arbela che vide come protagonista Alessandro Magno. Da allora, questa luna è sempre associata a fenomeni sanguinosi. Tuttavia, questo tipo di fenomeno è il risultato di una semplice eclissi lunare, ovvero l'allineamento della Terra, con la Luna e il Sole. Il colore, che varia dalle più stravaganti tonalità di rosso, offre visioni spettacolari.

lune rosse

Eclissi totale su Baltasound

Questa Luna è stata ripresa il 21 dicembre 2010, alle isole Shetland, in Scozia. L'eclissi totale si verifica quando il satellite si trova al lato opposto del Sole. Molti si chiederanno come mai tale evento non abbia luogo ogni mese. La risposta è nascosta nell'orbita. Quella lunare e l'orbita terrestre, dunque, devono trovarsi esattamente allineate con quella del Sole. Il fenomeno si verifica da 2 a 4 volte l'anno. Ciò rende l'eclissi lunare più comune rispetto a quella solare, poiché la Luna è più vicina alla Terra che al Sole.

luna shetland

Ombre lunari

Un'eclissi può essere totale, parziale o penombrale. Le ombre lunari sono due, “penumbra” e “umbra”. La prima è più leggera rispetto all'umbra, più scura e buia. L'eclissi totale ha luogo quando il satellite orbita nella zona oscura terrestre, mentre quella parziale si verifica quando una porzione della Luna stessa si trova oscurata dall'ombra della Terra.

ombre lunari

I colori misteriosi dell'eclissi

Questa eclissi risale al 16 agosto 2008. E i colori legati a questi colori innescano una serie di domande. Perché, infatti, così tante sfumature sono coinvolte in questi fenomeni astronomici? Quando la Terra si trova a passare attraverso i raggi solari, alcuni di essi riescono comunque a raggiungere la Luna. Sarebbe questo uno dei motivi che eviterebbe al satellite di rimanerne completamente oscurato. E perché esiste la fatidica Luna Rossa? Questa ha luogo quando l'atmosfera terrestre contiene un enorme quantitativo di polveri miste ai gas naturali terrestri. Ecco perché tale fenomeno si verifica spesso in concomitanza con eruzioni vulcaniche.

colori lunari

Eclissi lunare invernale

Un'altra eclissi risalente al 2008. Sia l'eclissi lunare che quella solare sono state da sempre al centro dei dibattiti degli esperti. Gli scienziati analizzarono il fenomeno grazie alla teoria della relatività generale di Albert Einstein. Nel 1919, Sir Arthur Eddington della Royal Astronomical Academy avviò una missione in Africa per osservare il fenomeno e provare la teoria di Einstein. Eddington fu in grado così di provare che il Sole crea gravità “avvolgendo” attorno a sé il tempo e lo spazio.

eclissi

Eclissi su Tethys

Non solo il nostro satellite è soggetto all'eclissi. Lo è anche Tethys, la luna di Saturno. Questa immagine è stata mostrata dalla sonda Cassini, il 25 settembre 2008. Tethys ha un diametro di 1.066 chilometri e fu scoperta da Giovanni Cassini nel 1684. Il suo nome si deve al titano greco Tethys, figlia di Urano e di Gaea, sorella di Krono e moglie di Oceano.

eclissi tethys

Notte stellata su Encelado

Oltre a Tethys, Saturno possiede un'altra luna, Encelado. Un luogo interessante che, per alcuni, potrebbe serbare anche primitive forme di vita. Anche questa immagine si deve a Cassini e fu ripresa, ancora, nel 2008. Lanciata nel 1997, la sonda ha esplorato il sistema di Saturno in lungo e in largo, negli anni più recenti. È per i suoi grandi successi che la Nasa ha deciso di estendere la sua missione fino al settembre 2017.

eclissi invernale

Il Sole e la Luna

Come appare un'eclissi dallo spazio? Ce lo spiega il Solar Dynamics Observatory della Nasa. In questa foto, del 7 ottobre 2010, una Luna passa attraverso l'occhio dell'SDO e il Sole. Ed è così che apparirebbe se la osservassimo dallo spazio. Gli astronomi sostengono che tale tipo di fenomeno si sia verificato almeno 7.718 volte, almeno secondo i calcoli effettuati. Due eclissi di tale genere si verificarono nel 2012, il 4 giugno e il 28 novembre.

SDO

Federica Vitale

Leggi anche:

- Eclissi di luna: la prima in arrivo il 25 aprile

- Eclissi parziale di luna, 25 aprile: le fasi della 'luna rosa'

- Oggi l'eclissi di luna: i misteri legati a questo evento

Pin It

Cerca