Eruzioni solari: si ricomincia, ma il picco sara' nel 2013

eruzione 9novembre

Eruzioni solari, la nostra stella torna a farsi sentire. Nel corso delle ultime 24 ore, come ha segnalato lo Space Weather Prediction Center, il lato nascosto del sole è tornato in piena attività. Durante le prime ore della giornata di oggi, un filamento magnetico che si trova nella parte sud-orientale del sole è esploso, scagliando un'espulsione di massa coronale (CME) nello spazio.

Un bagliore luminoso è stato avvistato dagli strumenti che monitorano l'attività solare, ma non ci saranno conseguenze per la Terra, almeno limitatamente agli eventi che si sono susseguiti fino ad ora.

La settimana di quiete solare, appena trascorsa, è stata dunque interrotta ieri, come hanno mostrato i dati e le immagini catturati dal Nasa Solar Dynamics Observatory. Per via della posizione del luogo dell'esplosione, la Terra non sarà a rischio. Ci vorrà circa una settimana affinché questa nuova regione attiva sia rivolta esattamente verso il nostro pianeta.

Nessuna tempesta geomagnetica in atto, ma il segno chiaro che la fase di calma a cui il Sole ci aveva abituati nel corso delle ultime settimana è ormai passata. Il Sole, nei prossimi mesi, si avvicinerà sempre di più al suo picco. Il massimo dell'attività solare avrà luogo nel 2013.

Il prossimo anno fenomeni come le eruzioni solari e le tempeste geomagnetiche saranno molto frequenti. Queste ultime in alcuni casi hanno messo a rischio i satelliti e le comunicazioni, ma hanno anche regalato il meraviglioso spettacolo delle aurore boreali. E il 2013 potrebbe riservarci altre nuove stupefacenti immagini.

Francesca Mancuso

Leggi anche:

- Eruzioni solari: il peggio è già passato?

- Eruzione solare: questa notte in arrivo le aurore boreali

Pin It

Cerca