Il futuro del pianeta Terra è delle formiche

formiche terra

Sebbene alcuni scienziati sostengano che l'intelligenza artificiale possa essere la nostra più grande minaccia, il vero pericolo per il futuro sarebbero... le formiche.

Jan Zalasiewicz, paleobiologo dell'Università di Leicester, sostiene che sia difficile per un'altra specie evolversi convivendo con gli esseri umani. "Gli esseri umani sono stati molto bravi a rimuovere la concorrenza", dichiara Zalasiewicz. Nel corso di "diversi milioni di anni di evoluzione", gli esseri umani moderni hanno dimostrato la loro superiorità sulle altre "specie umane", come gli uomini di Neanderthal e Denisovan.

Alla luce di tale affermazione, quali altre specie potrebbero emergere e dominare il pianeta? Zalasiewicz sostiene che i ratti siano onnipresenti e intelligenti, con una struttura sociale "evoluta". Lo stesso vale per i suini. Se solo potessero sviluppare la capacità di utilizzare gli strumenti e la loro intelligenza potesse continuare ad evolversi, potrebbero conquistare il mondo.

Ma esiste già un'altra specie in grado di dominare la Terra. Robert J. Sternberg, della Cornell University, suggerisce infatti che i batteri superano gli esseri umani in molti modi. "L'uomo immagina di essere l'unico a dominare la Terra. Ma sono i batteri a farlo", spiega Sternberg. "Sono un'infinità e si riproducono più velocemente e mutano istantaneamente. Sono presenti sulla Terra già da molto prima di noi è lo saranno ancora anche dopo".

Tuttavia, per l'entomologo Mark W. Moffett, della Smithsonian Institution, sono e saranno le formiche le vere specie dominanti. "Le formiche controllano già il pianeta", afferma. Ci sono molte più formiche di quanti siamo noi esseri umani e il loro peso totale o la loro biomassa è pari o supera quella dell'uomo. Usano anche un tipo di organizzazione sociale molto simile a quello che segue le tradizionali regole militari nel fare la guerra e la loro collaborazione è determinante. "Le formiche sono l'equivalente dei neuroni nel cervello, individualmente non hanno molto da dire, ma in combinazione possono riuscire a fare un sacco di cose".

L'uomo è da sempre stato la specie dominante, e non ci sarebbero minacce ad intaccare tale dominio. Non ci sono ragioni scientifiche per ritenere che tutte le specie possano "evolvere" a un grado di intelligenza superiore. Ma occorre considerare le numerose teorie e ipotesi dei vari scienziati. Per quanto riguarda i robot o altre macchine "intelligenti", infatti, bisognerebbe riflettere sulla possibilità di dotarle di più intelligenza di quanta gli stessi inventori non ne abbiano. Una possibilità che rimanda alla memoria trame letterarie come Frankestein, dunque.

Quindi, la sfida (spesso fantascientifica) della lotta al predominio terrestre sembrerebbe ancora aperta.

Federica Vitale

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

Leggi anche:

- La democrazia secondo le formiche

- Marte: i batteri lo colonizzeranno prima dell'uomo

Pin It

Cerca