Gesu' era sposato? La prova forse in un papiro

moglie gesù

Gesù era sposato o più precisamente aveva una moglie? È bastato un papiro del IV secolo per riaprire un dibattito che divide le opinioni di scettici e possibilisti. Un papiro di 4 centimetri per 8 che potrebbe essere considerato una svolta rivoluzionaria nel mondo religioso e filosofico.

Le rivelazioni del papiro sono state rese note durante un convegno a Roma. Ad esporle, una studiosa della cristianità antica della Harvard Divinity School, la quale ha chiarito il significato di una frase contenuta in questo frammento di papiro copto. La frase in questione non è contenuta nelle Sacre Scritture e cita: "Gesù disse loro: Mia moglie". In tutto sono otto le righe di questa scrittura ad inchiostro nero. Per leggere il testo, occorre la lente di ingrandimento date le dimensioni estremamente piccole.

A seguire, un'altra frase: "Lei sarà in grado di essere mia discepola". È la stessa professoressa Karen L. King a spiegare tra le pagine del New York Times gli esiti delle sue analisi. Tuttavia, la provenienza del papiro rimane ignota. Il suo legittimo proprietario, infatti, ha deciso di rimanere anonimo. Una scelta saggia, forse. Almeno per il momento.

Il testo sarebbe stato scritto secoli dopo la morte di Gesù. È questo anche uno dei motivi per cui il testo necessita di ulteriori approfondimenti. Secondo la King, la scoperta "conferma antiche tradizioni secondo cui Gesù era stato sposato. Ce n'era una già nel secondo secolo legata al dibattito se i cristiani dovessero sposarsi e avere rapporti sessuali". Tuttavia, aggiunge la ricercatrice, "questo nuovo 'vangelo' non prova che Gesù fosse sposato, ma ci conferma che le questioni del matrimonio e della sessualità sono aperte".

A farle da eco anche il direttore dell'Institute for The Study of The Ancient World di New York, Roger Bagnall. Per lo studioso, infatti, quello che lui definisce il 'vangelo della moglie di Gesù" è autentico. Leggibile, grazie alla lente di ingrandimento, anche il nome di Maria, ossia proprio la moglie di Gesù. Ad ogni modo, per fugare ogni dubbio, il frammento di papiro dovrà essere sottoposto ad ulteriori analisi e verifiche cronologiche.

L'intera vicenda riapre una tesi già presa in considerazione da Dan Brown nel suo bestseller Il Codice Da Vinci, pubblicato nel 2003. Il romanzo si basava sull'idea che Gesù potesse avere moglie e figli. La consorte, inoltre, era proprio Maria Maddalena, la quale sostituiva Giovanni nella raffigurazione de L'ultima Cena di Leonardo Da Vinci.

Federica Vitale

Pin It

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico